Quanto conta l’alimentazione nelle performance di un avvitatore

Quanto conta l’alimentazione nelle performance di un avvitatore

Nell’era degli arnesi automatici gli avvitatori elettrici occupano un posto di primo piano consentendo operazioni di avvitamento e svitamento, ma recentemente anche di foratura di materiali vari come legno  e metallo, senza alcuna fatica. Questo perché questi strumenti, alimentati a cavo o a batteria, sono dotati di una testina su cui poter montare una serie di accessori, di volta in volta, intercambiabili a seconda del lavoro da fare. Quale avvitatore scegliere? E’ un po’ questo il dilemma di chi vuole acquistarne uno ma non sa dove sbattere la testa per l’inflazione di modelli in circolazione. Per essere guidati all’acquisto di un buon avvitatore elettrico il web può aiutare, grazie ai portali di settore e agli e-commerce che fanno anche da catalizzatori di pareri e recensioni, per avere un’idea dei migliori avvitatori sul mercato si consiglia di visitare il sito www.avvitatoremigliore.it.

A seconda dell’uso dell’avvitatore, a casa o in cantiere piuttosto che in un laboratorio artigianale o in una falegnameria si potrà scegliere, caso per caso, il modello più consono, altra discriminante per una cernita preliminare del giusto avvitatore è quanto spesso dovrà essere usato, se quotidianamente o quasi oppure di tanto in tanto per lavoretti estemporanei. Se l’avvitatore dovrà essere usato per ore nei cantieri, ad esempio, è difficile che una batteria regga per un tempo così lungo, anche se ha un’autonomia superiore agli standard, in tal caso si suggerisce di dotarsi di un apparecchio con il cavo, da poter usare ‘no stop’, senza limiti di tempo. A differenza dei modelli a batteria parliamo di avvitatori alimentati a rete, concepiti per usi frequenti e intensivi.

Se invece si pensa possa essere sufficiente un avvitatore a batteria, si può anche provare ma muniti di caricabatteria o di batterie supplementari a volte fornite nel kit. Poi ci sono anche altri fattori da prendere in esame, uno particolarmente importante è l’ergonomia dell’arnese, per una maneggevolezza più comoda e una presa ferma e antiscivolo, oltre alla coppia di serraggio, altro parametro che in un avvitatore fa la differenza per quanto riguarda il grado di forza e pressione che riesce a imprimere in fase di avvitamento o svitamento.

admin