Quale passeggino gemellare scegliere?

Quale passeggino gemellare scegliere?

Struttura e sicurezza sono le prime indicazioni da seguire per acquistare un passeggino gemellare. Da considerare che un passeggino per gemelli prevede un ingombro doppio, un peso molto maggiore, una mobilità complessa per chi dovrà guidarlo.

 

Dunque, come ci spiega il sito passegginipergemelli.it in base alla struttura abbiamo un passeggino “affiancato”, oppure “tandem”; il primo tipo prevede i gemellini seduti uno accanto all’atro con pari visibilità mentre il secondo tipo prevede che i piccini stiano uno dietro l’altro oppure uno di fronte all’altro penalizzando però la visualizzazione dell’ambiente, fattore che può essere fonte di nervosismo per i piccoli.

Le caratteristiche da considerare oltre alla struttura, sono le misure dell’ingombro, ovvero la larghezza, la profondità e l’altezza per determinare l’effettiva comodità sia dei gemelli sia di chi deve gestire il passeggino; non secondaria anche la valutazione dell’ingombro del passeggino chiuso per capire se sia facilmente inseribile nel bagagliaio dell’auto e se può restare in piedi da solo. La facilità di spingere il passeggino dipende anche dal tipo di impugnatura che può essere o a manici separati o a maniglione unico.

 

Abbiamo parlato di ingombro ma va considerato anche il peso che in genere varia dagli 8 ai 20 chili tenendo conto dei modelli più “massicci” dotati di un telaio metallico e studiati per sostenere il peso di una coppia di piccoli ai quali aggiungere anche il carico degli accessori o di altri elementi di utilità per la madre nei diversi momenti della crescita dei piccini.

 

La sicurezza è un’altra considerazione che i genitori devono fare in fase di acquisto: quanto agilmente riesce a muoversi il passeggino e quanto viene garantito il blocco del movimento? Le ruote sono l’elemento principale da valutare: devono potersi muovere a 360 gradi, essere larghe a sufficienza per spostarsi su terreni diversi: piccole e a sezione stretta su superfici più o meno omogenee oppure ampie e scanalate per adeguarsi a superfici accidentate. E sempre in tema di ruote devono essere collegate ad un impianto frenante perché non si muova da solo o sia dotato di una serie di leve collegate ad ogni ruota.

admin